MISE e Unioncamere: Bando Disegni+2

MISE-UnioncamereIl Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE), insieme ad Unioncamere, promuove con il bando “Disegni+2” l’utilizzo dei diritti di proprietà industriale in quanto strumento privilegiato per valorizzare e sostenere la capacità innovativa e competitiva delle imprese. Lo scopo del bando è supportare le imprese di micro, piccola e media dimensione nella valorizzazione di disegni e modelli industriali attraverso agevolazioni concesse nella forma di contributo a fondo perduto.

Tipologia di interventi:

Oggetto dell’agevolazione è la realizzazione di un progetto finalizzato alla valorizzazione di un disegno/modello, singolo o multiplo, che alla data di presentazione della domanda sia registrato e di cui l’impresa richiedente l’agevolazione sia titolare o in possesso di un accordo di licenza con un soggetto, anche estero, che ne detiene la titolarità.

 

Il progetto può riguardare la Fase 1 (produzione) o la Fase 2 (commercializzazione) o entrambe.

 

Fase 1 – Produzione
Questa Fase è destinata all’acquisizione di servizi specialistici esterni volti alla valorizzazione di un disegno/modello per la messa in produzione di nuovi prodotti a esso correlati. Sono ammissibili le spese sostenute per:

  • ricerca sull’utilizzo dei nuovi materiali;
  • realizzazione di prototipi e stampi;
  • consulenza tecnica relativa alla catena produttiva;
  • consulenza legale relativa alla catena produttiva;
  • consulenza specializzata nell’approccio al mercato (strategia, marketing, vendita, comunicazione).

Fase 2 – Commercializzazione
Questa Fase è destinata all’acquisizione di servizi specialistici esterni volti alla valorizzazione di un disegno/modello per la commercializzazione del titolo di proprietà industriale. Sono ammissibili le spese sostenute per:

  • consulenza specializzata nella valutazione tecnico-economica del disegno/modello e per l’analisi di mercato, ai fini della cessione o della licenza del titolo di proprietà industriale;
  • consulenza legale per la stesura di accordi di cessione della titolarità o della licenza del titolo di proprietà industriale;
  • consulenza legale per la stesura di eventuali accordi di segretezza.

 

Durata: Il progetto deve essere concluso entro 12 mesi.
Entità del finanziamento: Le agevolazioni sono concesse nella forma di contributo alla spesa per la realizzazione del progetto, fino all’80% delle spese ammissibili. Per i progetti inerenti la Fase 1 l’importo massimo erogabile è di 65.000 euro, mentre per la Fase 2 è di 15.000.

Ciascuna impresa può presentare più richieste di agevolazione ciascuna avente ad oggetto un diverso disegno/modello registrato (singolarmente oppure compreso in un deposito multiplo), fino all’importo massimo agevolabile per impresa di euro 120.000,00.

 

Stanziamento: Le risorse complessivamente disponibili per l’attuazione del bando ammontano a 5 milioni di euro.

 

Scadenze: Le domande si presentano a sportello a partire dal 6 novembre, fino a esaurimento fondi.

Consulta la pagina ufficiale del bando con tutta la documentazione.

Questa voce è stata pubblicata in Agevolazioni Finanziarie e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.