FURP: finanziamenti a Tasso Zero in Toscana

furp-finanziamenti-per-le-impresePrevista nel periodo ottobre-novembre la riapertura della misura di agevolazione per progetti di investimento delle PMI dei settori Industria e Artigianato. Il Fondo Unico Rotativo per Prestiti (FURP) è finanziato dalla Regione Toscana, e andrà a coprire gli investimenti (tra 42 mila euro e un milione di euro) in una percentuale dal 60% al 100%, con un finanziamento a tasso zero, in un periodo da 5 a 8 anni (più un preammortamento). Vediamo nel dettaglio alcune anticipazioni sulla misura in via di definizione.

 

Caratteristiche previste dal nuovo FURP:

 

Soggetti beneficiari

Possono presentare domanda le Micro, Piccole e Medie Imprese, anche di nuova costituzione, regolarmente iscritte al registro delle imprese, rientranti (per l’unità operativa oggetto dell’investimento) nelle seguenti sezioni della Classificazione delle attività economiche ATECO ISTAT 2007:

B – Estrazione di minerali da cave e miniere

C – Attività manifatturiere

D – Fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata, limitatamente ai gruppi 35.11 e 35.21

E – Fornitura di acqua; reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento

F – Costruzioni

G – Commercio all’ingrosso ed al dettaglio: solo il gruppo 45.2 e la categoria 45.40.3

H – Trasporto e magazzinaggio (tranne i gruppi 49.1, 50.1, 50.3, 51.1, 51.2, 53.1, 53.2 e 52.22)

I – Attività di servizi di alloggio e di ristorazione: solo le categorie 56.10.2 e 56.10.3 e se l’impresa è annotata nella sezione speciale delle imprese artigiane del Registro Imprese

J – Servizi di informazione e comunicazione (tranne le divisioni 59 e 60 e i gruppi 58.11, 58.13, 58.14, 58.21, 61.9 e 63.9)

M – Attività professionali, scientifiche e tecniche: solo i gruppi 71.1 (tranne 71.11), 71.2, 72.1, e le categorie 74.90.2 e 74.90.9; limitatamente al gruppo 74.1 e alle categorie 74.20.19, 74.20.20 solo se l’impresa è annotata nella sezione speciale delle imprese artigiane del Registro Imprese

N – Noleggio, agenzie di viaggio e servizi di supporto alle imprese: solo i gruppi 81.2 e 81.3 e le categorie 82.92.1 e 82.92.2

Q – Sanità e assistenza sociale: solo le divisioni 87 e 88

S – Altre attività di servizi: solo la divisione 59, i gruppi 96.01 e 96.02 e la categoria 96.09.04

 

Interventi e spese ammissibili

Sono ammissibili per l’agevolazione del FURP progetti volti: all’installazione di un nuovo stabilimento, all’ampliamento di uno stabilimento esistente, alla diversificazione della produzione di uno stabilimento mediante prodotti nuovi aggiuntivi, o alla trasformazione radicale del processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente.

zeropercentoI programmi di investimento per il FURP saranno da effettuare esclusivamente nel territorio della Toscana. E solo successivamente alla data di presentazione della richiesta di finanziamento.

 

Le spese ammesse dal FURP non possono essere inferiori ad € 42.000 e superiori ad € 1.000.000, ed i costi imputabili attengono:


a)
Attivi materiali:

  1. Terreni nel limite del 10% della spesa ammissibile
  2. Impianti industriali
  3. Macchinari e attrezzature varie, esclusi gli arredi
  4. Edifici esistenti
  5. Edifici di nuova costruzione
  6. Opere murarie e assimilate, solo se funzionalmente correlati agli investimenti in macchinari e/o attrezzature ed all’installazione dell’impiantistica aziendale
  7. Mezzi e attrezzature di trasporto

b) Attivi immateriali:

  1. diritti di brevetto, licenze, know-how o altre forme di proprietà intellettuale
  2. acquisto di servizi di consulenza (perizie, progettazione e direzione lavori), nel limite del 10% dell’importo complessivo dell’investimento ammesso all’agevolazione
  3. partecipazione a fiere, limitatamente ai costi sostenuti per la locazione, l’installazione e la gestione dello stand

 

Agevolazione

Finanziamento a tasso zero del:

  • 60% del programma di investimento ammesso a seguito di valutazione.
  • 70% del programma di investimento ammesso a seguito di valutazione, per progetti proposti da imprese giovanili e femminili, così come definite dalla L.R. 21/08.
  • 100% del programma di investimento ammesso a seguito di valutazione, se l’operazione viene richiesta sotto forma di prestito partecipativo.

Durata del finanziamento prevista dal FURP in:

  • 5 anni in caso di progetti di importo complessivo fino ad € 300.000
  • 8 anni, in caso di progetti di importo complessivo superiore ad € 300.000
  • 8 anni, nel caso di imprese cooperative
  • 8 anni in caso di prestiti partecipativi

Il rimborso dell’aiuto prevede un preammortamento iniziale di due semestri (oltre al preammortamento tecnico di massimo 30 giorni), decorso il quale inizia il piano di rientro sviluppato in rate semestrali posticipate costanti.

 

Richiedi info e pianifica il tuo investimento: info@stargateconsulting.it

 

Questa voce è stata pubblicata in Agevolazioni Finanziarie, Blog e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.