Sconti Irap per chi investe su cultura e paesaggio

 

Le imprese e i liberi professionisti che decideranno di investire su cultura e valorizzazione del paesaggio avranno la possibilità di pagare meno tasse. La giunta regionale ha infatti approvato il regolamento di attuazione della legge n.45/2012 che offre una deduzione sull’imposta regionale Irap sulle attività produttive.

L’incentivo è partito dal 2014, ma lo “sconto” si sentirà solamente l’anno dopo. In termini economici, l’aiuto sarà del 20%, mettendo a disposizione, il primo anno, un milione di euro.

La spesa dovrà essere di minimo 1000 euro per poter usufruire della contribuzione che sarà effettiva dal 2015 presentando la dichiarazione dei redditi riguardante il 2014. I soggetti possono essere enti pubblici, privati o associazioni senza fini di lucro, solo alcune eccezioni: banche o fondazioni bancarie, imprese di assicurazione, aziende in difficoltà economica. Esempi per poter usufruire dello “sconto” potrebbero essere il finanziamento di un restauro o di un evento culturale, così come una qualsiasi altra attività che riguardi la valorizzazione del territorio.

La domanda dovrà essere presentata agli uffici regionali per posta elettronica certificata (in futuro sarà attivo il portale on-line). Il requisito essenziale è l’assenza dei fini di lucro, certificando nelle finalità del progetto la promozione, organizzazione e gestione di attività culturali o della valorizzazione del patrimonio culturale o del paesaggio. Vince la tempistica, infatti lo sconto è fino ad esaurimento. Il 70 per cento sarà dedicato alle iniziative culturali mentre il restate 30 alla valorizzazione del paesaggio.

 

Questa voce è stata pubblicata in Agevolazioni Fiscali e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento