Bonus Fiscale per la bonifica dell’amianto

bonus fiscale amiantoBuone notizie per chi deve bonificare materiali contenenti amianto. Questi materiali sono ancora massicciamente presenti in tanti edifici, sia pubblici che privati, soprattutto nelle coperture. Per le imprese italiane, questo l’argomento è di sicuro interesse. Un bonus fiscale potrà aiutarle nella bonifica, necessaria ma spesso anche onerosa. Ecco, nel dettaglio, le principali novità in materia.

 

Cosa prevede la misura sul credito d’imposta per la bonifica dell’amianto?

La misura prevede che tutte le imprese che effettuano interventi per la bonifica dell’amianto su fabbricati e capannoni possono accedere a un bonus fiscale pari al 50% delle spese sostenute, a patto che il costo affrontato per bonificare l’amianto sia pari almeno a 20.000 euro.

 

Ma che cos’è il bonus fiscale?

Il bonus fiscale è un’agevolazione che può essere paragonata allo sgravio fiscale e che consente a chi ne è titolare di coprire una quota delle imposte da versare. Nello specifico, il titolare del credito d’imposta risulta creditore dello Stato e potrà far valere il suo credito per compensare diversi debiti. Il bonus fiscale, quindi, può essere destinato a ridurre le imposte da versare all’Erario.

Da un punto di vista fiscale, in sede della dichiarazione dei redditi, il bonus fiscale non concorrerà alla formazione del reddito ne’ della base imponibile Irap.

Nel caso del bonus fiscale per la bonifica dell’amianto, questo titolo può essere sfruttato solo per pagare debiti esistenti nei confronti della Pubblica Amministrazione.

 

Chi può beneficiare del bonus fiscale per bonificare l’amianto?

Il bonus per la bonifica dell’amianto è riconosciuto ai titolari di reddito d’impresa che, nel 2016, effettueranno interventi di rimozione dell’amianto su beni e strutture produttive.

Il bonus fiscale sarà erogato in tre quote annuali di pari importo. La prima quota annuale potrà essere utilizzata a partire dal primo gennaio del periodo d’imposta successivo a quello in cui sono stati eseguiti gli interventi di rimozione dell’amianto. Le altre due quote potranno essere sfruttate al momento della dichiarazione dei redditi nei periodi di imposta successivi.

Considerando che il bonus fiscale per la bonifica dell’amianto è destinato a rimborsare la metà dell’investimento effettuato per la rimozione dell’amianto con interventi eseguiti nel 2016, gli anni in cui si potrà beneficiare delle quote del credito d’imposta saranno il 2017, il 2018 e il 2019.

Il credito d’imposta è riconosciuto solo su interventi che hanno visto una spesa per la bonifica dell’amianto non inferiore ai 20 mila euro.

 

Come accedere al credito d’imposta?

Contattaci! Puoi scrivere a info@stargateconsulting.it o chiamare il numero 0587-59309. Uno dei nostri consulenti potrà aiutarti a usufruire delle agevolazioni.

 

Questa voce è stata pubblicata in Agevolazioni Fiscali, Blog e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.