Formazione sulla sicurezza, contributi fino al 15 aprile

voucher formazione sicurezza lavoroScade il prossimo 15 aprile il bando con il quale la Regione Toscana mette a disposizione un contributo a fondo perduto per gli interventi di formazione per la sicurezza.

Stargate ha già raccolto l’interesse di circa 20 aziende, ma sta continuando a promuovere l’avviso della Regione sia alle imprese che ai consulenti del lavoro, data la rilevanza dell’opportunità.

 

I progetti formativi possono essere presentati e attuati da un singolo soggetto oppure da un’associazione temporanea di imprese o di scopo (ATI/ATS), costituita o da costituire a finanziamento approvato; in quest’ultimo caso i soggetti attuatori devono dichiarare l’intenzione di costituire l’associazione e indicare il capofila fin dal momento della presentazione del progetto. I soggetti ammessi alla presentazione dei progetti sono le imprese e/o le agenzie formative accreditate secondo le disposizioni previste. Possono essere presentati progetti da imprese, singolarmente o in ATI, in assenza di agenzie formative, solo per interventi rivolti al proprio personale.

 

I gruppi di destinatari degli interventi formativi individuati dal bando sono:

  • a)  datori di lavoro delle piccole e medie imprese, piccoli imprenditori di cui all’articolo 2083 del Codice Civile (anche non RSPP) e lavoratori autonomi;
  • b)  lavoratori nel settore dell’agricoltura e selvicoltura, incluso lavoratori autonomi o piccoli imprenditori, con priorità ai lavoratori stagionali e stranieri;
  • c)  lavoratori di età superiore a 50 anni;
  • d)  rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza;
  • e)  lavoratori e autonomi nel settore dell’edilizia con priorità agli stranieri;
  • f)  lavoratori stagionali nel settore turismo e commercio;
  • g)  lavoratori e datori di lavoro nei settori abbigliamento e pelletteria, con priorità agli stranieri;
  • h)  datori di lavoro, lavoratori dipendenti e autonomi sottoposti al rischio cadute dall’alto;
  • i)  lavoratori nel settore autotrasporto merci, trasporto materiali e logistica;
  • j)  lavoratori di età inferiore a 25 anni;
  • k)  lavoratori precari (a progetto e stagionali), tirocinanti, studenti in percorsi di alternanza formazione/lavoro.

In caso di progetti rivolti a lavoratori/datori di lavoro, si prevede l’obbligo di individuazione delle imprese destinatarie in fase di presentazione delle domande. Sono ammissibili unicamente i lavoratori appartenenti ad unità operative presenti sul territorio regionale. Pertanto, l’unica tipologia di progetti che non richiede l’individuazione delle imprese destinatarie è quella destinata a tirocinanti e studenti in percorsi di alternanza formazione/lavoro.

 

 

L’intervento formativo potrà essere articolato secondo le seguenti componenti:

  • formazione di tipo generale, sulla normativa vigente, su aspetti legati alla organizzazione della sicurezza, sui concetti di rischio, danno, prevenzione e protezione, sui diritti e doveri dei lavoratori, ecc.
  • formazione sui rischi specifici legati al comparto cui appartiene l’impresa e le misure specifiche messe in atto per prevenire tali rischi, oltre che sulle procedure di sicurezza e di igiene di cui l’azienda si è dotata
  • formazione al ruolo, prevista per i datori di lavoro che assumono in proprio i compiti di responsabile del servizio di prevenzione e protezione aziendale, agli addetti e i responsabili dei servizi di prevenzione e protezione.

 

Tre gli obiettivi principali che la Regione Toscana si propone di raggiungere:

  • programmare azioni e prevedere standard formativi che costituiscano la base per i successivi interventi di formazione che la Regione attuerà in materia di sicurezza;
  • rivolgere la formazione, attraverso interventi specificamente progettati, a coloro che non rientrano tra i destinatari di altri interventi formativi finanziati a vario titolo dalla Regione;
  • dedicare particolare attenzione alla formazione degli imprenditori delle piccole e medie imprese, ai lavoratori autonomi, ai lavoratori esposti a rischi specifici, ai Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza, ai lavoratori appartenenti alle categorie cosiddette “deboli”.

 

Per presentare un progetto formativo e accedere ai finanziamenti contattaci subito. Potrai contare sulla professionalità e la disponibilità del nostro team di consulenti per la presentazione della domanda e l’ammissione ai contributi.

Questa voce è stata pubblicata in Blog e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.