Jobs Act: il Decreto ora è Legge

RenziGiunta l’approvazione finale alla Camera dei deputati, il primo pilastro del Jobs Act di Matteo Renzi è stato piantato, malgrado le aspre polemiche su alcuni nodi del testo. L’esito della votazione ha visto tramutare in legge il decreto (279 sì,143 no, 3 astenuti).

Le uniche modifiche di peso rispetto al testo pubblicato in Gazzetta ufficiale al momento della presentazione del decreto, riguardano alcuni tra gli aspetti più delicati, come il rinnovo dei contratti a termine.

Quello dei rapporti a tempo determinato, è, infatti, il nucleo centrale della nuova legge del Jobs Act e ha visto ridisegnate alcune delle sue prerogative in sede di discussione preliminare.

Nello specifico, il limite di una proroga nei tre anni è stato portato a cinque. Un’altra novità rilevante è indubbiamente quella della non causalità per qualunque tipo di contratto acceso nell’arco dei tre anni, rispetto ai 12 mesi della legge varata dal governo di Mario Monti.

Molteplici le chiavi di lettura del decreto, tra tutte quella del senatore giuslavorista Pietro Ichino che ha salutato la nuova legge osservando “ha conservato la parte essenziale del suo contenuto originario: una svolta molto rilevante nell’evoluzione della disciplina del contratto a termine”.

Di diverso avviso, invece, sia le opposizioni in Parlamento che alcune associazioni di professionisti, che lamentano la mancanza cronica di interventi strutturali a discapito delle categorie più esposte, che i decreti nell’arco del tempo hanno cercato di aiutare con agevolazioni e aiuti.

L’auspicio, è quello che il Jobs Act, insieme al programma Garanzia Giovani in partenza in questi giorni, e rivolto ai cittadini entro i 29 anni, si riesca finalmente a coinvolgere nei processi produttivi quella fetta di popolazione che avrebbe più energie da dare, e attualmente rimane inattiva.

Scarica il testo completo del Jobs Act.

Questa voce è stata pubblicata in Blog e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.