Riaperto il dialogo sui programmi UE con la Svizzera

SvizzeraUEI ministri delle finanze dei 28 Stati membri dell’Unione europea hanno dato a Bruxelles il via libera a un mandato per un accordo istituzionale con la Svizzera. Il Consiglio federale è già in possesso di un mandato e le trattative possono quindi cominciare.

Con la decisione dei ministri vengono di fatto anche sbloccate le discussioni relative al programma di ricerca “Horizon 2020” e a quello sullo scambio di studenti “Erasmus+”.

L’accordo siglato la scorsa settimana con il quale la Svizzera ha deciso di considerare i cittadini croati al pari di quelli europei era stato il passo elvetico atteso dall’Europa per dare il la a decisioni che “sollevano” la  Confederazione. Un passo molto ben accolto dall’UE che ha quindi riaperto le porte ai negoziati.

Da notare che una completa partecipazione ai programmi “Horizon 2020” et “Erasmus +” non è ancora possibile, perché la soluzione presentata dalla Svizzera non corrisponde alle esigenze dell’UE, ha affermato dal canto suo una portavoce del Dipartimento dell’azione esterna dell’UE. Tuttavia, la Commissione europea è pronta a discutere forme di cooperazione con la Svizzera, ha aggiunto la portavoce.

Questa voce è stata pubblicata in Blog e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.