Toscana, è uscito il bando Efficientamento energetico!

Bando efficientamento energetico immobiliLa Regione Toscana, con decreto n. 3171 del 16-05-2016 ha pubblicato il bando “Aiuti a progetti di efficientamento energetico degli immobili”, nell’ambito della programmazione dei fondi comunitari POR FESR 2014-2020.

Il bando intende agevolare la realizzazione di progetti di investimento riguardanti l’efficientamento energetico degli immobili delle imprese toscane tramite la concessione di agevolazioni sotto forma di contributi in conto capitale fino al 40% dei costi ammissibili.

L’obiettivo principale del bando, infatti, è quello di sostenere la transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio, favorendo la diminuzione dei consumi energetici e la conseguente riduzione delle emissioni di gas serra e delle principali sostanze inquinanti, come PM10 e NOx.

Le imprese che interverranno sugli immobili con l’obiettivo di risparmiare energia e inquinare meno avranno potranno quindi vedere finanziata una parte dell’intervento grazie al contributo da parte della Regione.

 

La dotazione finanziaria prevista dal bando per l’efficientamento energetico è di 8 milioni di euro, così ripartiti:

  • 2 milioni di euro alle imprese colpite da eventi calamitosi successivi al luglio 2015 e per le quali è stato dichiarato lo stato di emergenza nazionale e/o regionale;
  • 3 milioni di euro per le imprese dei comuni del Parco Agricolo della Piana;
  • 3 milioni di euro per i progetti che non rientrano nelle due categorie precedenti.

 

Beneficiari

Possono presentare domanda, in forma singola, le Micro, Piccole, Medie Imprese (MPMI) e le Grandi Imprese (GI). Ciascuna impresa potrà presentare al massimo 3 domande.

Ciascuna domanda dovrà riguardare solo una singola unità locale/sede operativa esistente consistente in un singolo edificio (o unità immobiliare).

Gli interventi, oggetto della domanda, dovranno essere realizzati in unità locali/sedi operative aventi sede nel territorio regionale.

Le imprese che potranno presentare domanda devono esercitare un’attività identificata come prevalente nei settori:

  • industria, artigianato, cooperazione e altri settori
  • turismo, commercio e cultura.

 

Interventi ammissibili

Le imprese che intendono realizzare un progetto di investimento riguardante l’efficientamento energetico degli immobili potranno ottenere un contributo per gli interventi che riguardano le seguenti tipologie:

  • isolamento termico di strutture orizzontali e verticali
  • sostituzione di serramenti e infissi
  • sostituzione di impianti di climatizzazione con impianti alimentati da caldaie a gas a condensazione
  • sostituzione di impianti di climatizzazione con impianti alimentati da pompe di calore ad alta efficienza
  • sostituzione di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore o a collettore solare per la produzione di acqua calda sanitaria, integrati o meno nel sistema di riscaldamento dell’immobile;
  • sistemi intelligenti di automazione e controllo per l’illuminazione e la climatizzazione interna sempreché utilizzanti sensori di luminosità, presenza, movimento, concentrazione di umidità, CO2 o inquinanti;
  • sistemi di climatizzazione passiva (sistemi di ombreggiatura, filtraggio dell’irradiazione solare, sistemi di accumulo, serre solari, etc.);
  • impianti di cogenerazione/trigenerazione ad alto rendimento

A completamento degli interventi precedenti possono essere attivati anche i seguenti interventi per la produzione di energia termica da fonti energetiche rinnovabili quali solare, aerotermica, geotermica, idrotermica senza eccedere i limiti dell’autoconsumo:

  • impianti solari termici
  • impianti geotermici a bassa e media entalpia
  • pompe di calore
  • impianti di teleriscaldamento/teleraffrescamento energeticamente efficienti

La produzione di energia termica da fonti rinnovabili deve tuttavia essere finalizzata solo all’autoconsumo, pena l’ammissibilità.

Ciascuna domanda potrà prevedere anche più di uno degli interventi di cui sopra.

Le domande, ai fini dell’ammissibilità, devono prevedere un progetto, composto da uno o più interventi sopracitati, che consegue una quota di risparmio energetico rispetto ai consumi di energia primaria ante intervento maggiore o uguale al 10%. I consumi di energia primaria sono da riferirsi alla climatizzazione estiva e/o invernale, alla produzione di acqua calda sanitaria e all’illuminazione.

 

Interventi non ammissibili

Ai fini del bando non sono ammissibili interventi per la realizzazione di impianti per la produzione di energia elettrica da fonti energetiche rinnovabili e di impianti per la produzione di energia termica e/o elettrica da fonte energetica rinnovabile quale la biomassa.

Non sono ammissibili neanche interventi per la sostituzione dei corpi illuminanti esistenti con corpi illuminanti più efficienti, anche nel caso sia associato all’installazione di sistemi intelligenti di automazione e controllo per l’illuminazione utilizzanti sensori di luminosità e/o presenza e/o movimento.

Non sono ammessi progetti che comportano spese ammissibili totali inferiori a 20.000,00 euro.

 

Entità dell’agevolazione

Gli aiuti per la realizzazione dei progetti di efficientamento energetico sono concessi nella forma di contributo in conto capitale.

La tabella seguente mostra l’intensità massima di aiuto rispetto alla spesa ritenuta ammissibile a seguito di valutazione:

Dimensione impresa

Contributo rispetto alle spese ammissibili (%)

Micro-Piccola

40%

Media

30%

Grande

20%

Non è ammesso il cumulo dei contributi previsti dal presente bando sugli stessi costi ammissibili con altri contributi o agevolazioni di provenienza provinciale, regionale, nazionale o comunitaria (ad esempio certificati bianchi, detrazione fiscale, etc..).

 

Modalità e termini per la presentazione della domanda

La domanda di aiuto deve essere redatta esclusivamente on-line previa registrazione sul sistema di Accesso Unico ai bandi (AU) di Sviluppo Toscana, accedendo al sistema informatico di Sviluppo Toscana S.p.A.

La domanda deve essere inoltrata per via telematica sul sistema informatico di Sviluppo Toscana S.p.A., a partire dalle ore 9.00 del 1 giugno 2016 e fino alle ore 17.00 del 1 agosto 2016.

La graduatoria sarà pubblicata entro 90 giorni dalla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande.

.

Hai un progetto di efficientamento energetico che vorresti finanziare?

Stargate sta raccogliendo le adesioni delle imprese interessate.

Contattaci, un nostro consulente potrà aiutarti a capire come fare per accedere ai contributi!

.

Leggi la versione integrale del bando.

Questa voce è stata pubblicata in Blog e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.