Microinnovazione, finanziate tutte le domande!

microinnovazioneNel corso della sua ultima seduta, la giunta regionale toscana ha deciso di approvare una delibera con la quale si vanno a finanziare tutte le domande presentate relativamente al bando microinnovazione, con il completo scorrimento della graduatoria. Allo scopo, la delibera ha messo a disposizione quasi 4 milioni di euro.

 

Il bando, concepito per agevolare la realizzazione di progetti di investimento in microinnovazione da parte di piccole e piccolissime imprese, era uscito nel 2014 ed era stato chiuso il 31 ottobre 2015. Il bando intendeva agevolare la realizzazione di progetti di investimento per l’innovazione delle MPMI da attuarsi con l’acquisizione di servizi qualificati come definiti nel “Catalogo dei servizi qualificati per le imprese toscane”, in linea con la strategia di Ricerca e Innovazione per la “Smart Specialisation in Toscana”, che richiede di incentrare il sostegno della politica e gli investimenti su priorità, sfide ed esigenze basate sulla conoscenza.

Inizialmente lo stanziamento era stato di 600 mila euro, anticipazione regionale di una misura del POR Fesr 2014-2020, ma a seguito dell’approvazione del POR FESR 2014-2020 da parte della CE nel 2015 sono stati stanziati ulteriori 2 milioni di euro. Nel bando era specificato che tali risorse avrebbero potuto aumentare grazie ad economie e con l’arrivo delle risorse.

 

Le domande presentate da Stargate sono state quindi tutte finanziate. I progetti di microinnovazione prevedevano investimenti per più di 600.000€ e riguardavano:

  • lo sviluppo di un marchio collettivo di un consorzio di imprese
  • l’implementazione di un sistema gestionale
  • lo sviluppo di nuovi prodotti
  • lo sviluppo di una piattaforma per la gestione dei clienti

 

L’assessore alle attività produttive Stefano Ciuoffo ha spiegato che prima di aprire nuovi bandi per dare sostegno per l’acquisizione di servizi qualificati da parte di imprese che non hanno la forza di investire su progetti medio-grandi o che vogliono aumentare la propria capacità di essere competitive, la volontà è quella di finanziare tutte le domande presentate nel corso del 2015, ammesse e non finanziate per carenza di risorse.

Secondo quanto dichiarato da Ciuoffo, con i 2,6 milioni di euro sono state finanziate 149 domande e con questi 4 milioni di euro sarà possibile finanziare le altre 213 domande che ad oggi risultano ammesse e non finanziate.

Questa voce è stata pubblicata in News e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.